Home / Coppia / Il disturbo ossessivo compulsivo nella relazione con il partner

Il disturbo ossessivo compulsivo nella relazione con il partner

Il disturbo ossessivo compulsivo nella relazione con il partner

Il disturbo ossessivo compulsivo è una patologia che può applicarsi a diversi ambiti della vita privata, familiare e lavorativa. Quando si manifesta un disturbo ossessivo compulsivo nella relazione con il partner, questo può essere intercorso da diversi dubbi, ansie e problemi emozionali che portano successivamente ad un vero disagio nei rapporti di coppia.

L’ossesione verso il partner

L’ossessione che si manifesta nelle relazioni intime e sentimentali fa sì che ogni minima preoccupazione o dubbio raggiunga delle proporzioni esagerate che non corrispondono alla realtà. Con questo comportamento si creano delle relazioni malsane, che portano il soggetto che soffre di questa patologia a soffrire e a rovinare non solo il rapporto di coppia ma anche altri ambiti della propria vita. In alcuni casi si rinuncia al proprio lavoro o si tagliano i rapporti con la propria famiglia e gli amici.

come riconoscere il disturbo

Come riconoscere il disturbo ossessivo compulsivo nella relazione con il partner

Avere qualche dubbio durante una relazione o un matrimonio è normale, come lo può essere litigare o essere gelosi. Chi soffre di un disturbo ossessivo compulsivo però ha degli atteggiamenti e prova delle sensazioni che superano i normali problemi di coppia.

Una delle prime manifestazioni di questa patologia sono l’ansia e gli attacchi di panico. Questi portano così a condotte compulsive messe in atto per alleviare il disagio e l’ansia portate dall’ossessione verso il partner.

Controllare sempre ogni movimento e ogni aspetto della vita del partner è un altro segno di ossessione, vedere tutte le chiamate e i messaggi, seguirlo quando esce di casa o va al lavoro, non solo danneggiano la coppia ma rendono invivibile anche la propria vita personale.

Chiedere continuamente conferma dei sentimenti che prova il partner è anch’esso un comportamento compulsivo. Chiedere dieci volte al giorno cosa prova per voi, non è da considerarsi un’azione normale, ma rappresenta solo il desiderio di rassicurazione nei confronti della relazione.

Sintomi ossessivi

Esistono infine due tipologie di sintomi ossessivi compulsivi:

  • basato sulla relazione
  • basato esclusivamente sul partner

Il rapporto compulsivo-ossessivo può essere curato solo da professionisti del settore l’importante è agire prima che la relazione finisca a causa di questo comportamento, altrimenti si rischia di incorrere in altre patologie come la depressione.

Il disturbo ossessivo compulsivo nella relazione con il partner
Vota!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *